Per me è un vero e proprio rituale bere una tazza di tè verde caldo ogni pomeriggio e ora che arriva l’estate per fortuna non dovrò rinunciarci,infatti è delizioso anche da gustare freddo,adatto a rinfrescarci,nonostante la calura estiva! Lo bevo per il mio benessere poiché è una di quelle bevande adatte a chi segue un sano stile di vita e poi a me il tè in generale piace tantissimo e spesso lo sostituisco al caffè per la presenza di caffeina(anche se quello verde ne contiene di meno rispetto alla varietà nera).

Il nome botanico della pianta del tè è “Camellia sinensis”, originaria del Sud-Est Asiatico ma oggi è coltivata anche nel resto del mondo,soprattutto nelle regioni con clima tropicale e subtropicale. Il nome “Camellia” è stato dato in onore al contributo che il gesuita e botanico Georg Joseph Kamel detto “Camellus” (1661-1706) diede alla scienza(non fu lui,però, a scoprire l’arbusto);invece Il nome “sinensis” dal latino, significa “cinese”. Ci sono diverse varietà di tè a seconda delle condizioni di crescita locali e delle modalità di raccolta e lavorazione;in Cina ad esempio, esistono oltre 1000 varietà di cui almeno il 50% è dato da tipi di tè verde.

Tè verde 1

In particolare, il tè verde si ricava dalle foglie giovani e fresche per le quali vengono inibiti i processi di fermentazione,fondamentali invece,per il tè nero.Per questa bevanda,grazie a diversi studi,si è scoperta la presenza di una serie di proprietà benefiche ormai note a tutti. Già nell’antichità, la Medicina Tradizionale Cinese conosceva le sue virtù e le attribuiva il potere di guarire il mal di testa, di eliminare le tossine e di preservare la giovinezza. Si narra che l’imperatore cinese Shen Nung ne fu il primo bevitore e nel 1211 d.C. il monaco Eisai, scrisse un libro intitolato “Mantenere la salute bevendo tè”, dove lo esalta come una medicina miracolosa in grado di prolungare la vita.

Il tè nero era quello più diffuso in Occidente ma da qualche anno aumenta sempre di più il consumo della varietà verde ,non solo per le sue caratteristiche salutari ma anche grazie alle continue interazioni che oggi abbiamo con mondi,culture e tradizioni diverse dalle nostre come quelle orientali e questo ci permette di assumere come parte integrante del nostro stile di vita alcune loro abitudini.

Tè verde 3

Ecco l’elenco di tutte le proprietà benefiche del tè verde:

• Rappresenta un antibatterico naturale e la sua azione riguarda soprattutto la bocca e i denti.E’ molto probabile infatti che aiuti a prevenire la carie dentale;

• E’ un concentrato naturale di antiossidanti, tra i quali troviamo soprattutto polifenoli e bioflavonoidi. Gli antiossidanti sono necessari al nostro organismo per rallentare l’invecchiamento cellulare, favorire la rigenerazione dei tessuti e contrastare i radicali liberi(ovviamente,per essere in salute bisognerebbe assumere anche altri cibi con potenti azioni antiossidanti come gli agrumi,i frutti di bosco,i pomodori e tutta la frutta e la verdura fresca in generale);

• Secondo uno studio scozzese,è in grado di proteggerci contro i tumori della pelle. I ricercatori hanno fatto in modo di estrarre dal tè verde una sostanza benefica in grado di colpire direttamente le cellule malate e di contrastare in modo efficace la malattia(il composto chimico viene chiamato EGCG);

• Il tè verde è considerato un alleato benefico contro l’obesità e i chili di troppo. Gli esperti della Penn State University hanno identificato alcune sostanze in grado di portare ad una maggiore capacità dell’organismo di bruciare i grassi in eccesso localizzati nel tessuto adiposo,ossidandoli a scopo energetico e di ridurne l’assorbimento con l’alimentazione. Ha inoltre,un buon effetto diuretico(questo ci aiuta anche contro la cistite) e anoressizzante(riduce il senso della fame);

• Bere tè verde può contribuire a ridurre il rischio di ictus;il merito è di composti come le catechine, una speciale categoria di potenti flavonoidi antiossidanti che aiutano a regolare la pressione sanguigna e a migliorare la circolazione. A parere degli esperti, per proteggersi dal rischio di ictus basta bere una tazza di tè verde al giorno. Le catechine,inoltre,ci aiutano ad inibire la crescita delle cellule tumorali;

• Secondo uno studio condotto presso il dipartimento di Ostetricia e Ginecologia del Women’s Health Research del Meharry Medical College, alcune sostanze contenute nel tè verde possono contribuire ad inibire la proliferazione delle cellule tumorali nel fibroma uterino;

• Il consumo regolare di questo tè è in grado di ridurre il rischio di morire di polmonite, a parere degli esperti della Tohoku University Graduate School of Medicine. Secondo gli studi condotti dai ricercatori giapponesi, le donne che bevono 5 o più tazze di tè verde al giorno vedono ridotto del 47% il rischio di morire per questa infezione,perché alcune sostanze contenute sono infatti in grado di inibire lo sviluppo dei virus e dei microrganismi responsabili della polmonite;

• L’uso di questa bevanda potrebbe essere utile nella prevenzione del diabete. L’ EGCG contribuisce a bilanciare i livelli degli zuccheri nel sangue e migliora l’utilizzo dell’insulina da parte del nostro corpo, evitando l’irritabilità e arginando il desiderio di compensare il senso di affaticamento con l’introduzione di cibi poco salutari;

• Bere tè verde contribuisce a regolare i livelli di colesterolo nel sangue e l’insorgere di malattie cardiovascolari. Secondo una ricerca pubblicata tra le pagine del Journal of Biological Chemistry, il merito sarebbe ancora una volta dell’EGCG.

• Ed infine,buone notizie per chi ama l’abbronzatura. Secondo uno studio scientifico pubblicato sulla rivista Pharmaceutical and Development Technology, il tè verde sarebbe in grado di proteggere la nostra pelle dagli effetti dannosi dei raggi UV,grazie alla presenza delle catechine.

Ovviamente,anche se stiamo parlando di qualcosa che certamente non fa altro che bene alla nostra salute,mi sento di raccomandare cautela e controllo nel suo utilizzo perché ci sono anche dei casi in cui le sostanze contenute in questa preziosissima bevanda non è consigliata,come in gravidanza e se la persona è affetta da mieloma multiplo;in quest’ultimo caso,l’ ECGC infatti, si legherebbe al farmaco utilizzato per debellare questo male,ossia il “bortezomib”,impedendogli quindi di danneggiare le cellule tumorali e poi,a causa del suo contenuto in caffeina(anche se basso),ne sconsiglio l’uso serale perché potrebbe causare insonnia e potrebbe,sempre per la presenza di questo principio attivo,determinare nervosismo,stress e nausea.Quindi,come in tutte le cose,bisogna farne un uso controllato ed essere,magari come me,ossia bevitori regolari di tè verde,senza farlo in modo ossessivo in quanto ci sono numerosi altri alimenti fondamentali da assumere con la dieta che coadiuvando questa bevanda, ci possono apportare dei benefici incredibili.
Il tè verde ha un ottimo gusto e si può bere,come ho detto all’inizio,a diverse temperature;si trova in foglie e in questo caso basta metterne uno o due cucchiai in acqua bollente e lasciare riposare per circa 4-5 minuti e poi filtrare,oppure in filtro(forse,più pratico). Esiste in commercio (o possiamo farlo noi) anche tè verde aromatizzato,ad esempio con il cardamomo,la menta,la cannella,l’anice(o quello stellato),la radice di liquirizia o la scorza di limone,tutti squisiti a mio avviso.