I brownies, noti anche come Boston brownie (poichè comparso per la prima volta nel Boston Cooking School Cookbook) è una torta al cioccolato, tipico dessert della cucina statunitense, chiamato così per via del suo colore scuro (brown: marrone).

E per allietare la mattinata ed iniziare la giornata con energia e positività, non c’è niente di meglio di un delizioso dolcetto artigianale. Per una colazione ricca ed energizzante, si possono affiancare ad un buon bicchiere di latte vegetale (o non vegetale, per chi non è vegano o intollerante al lattosio).

Per poter deliziare questo meraviglioso e saporito dessert nel modo più leggero e salutare possibile, ci basteranno questi ingredienti:

 – 50g di farina di riso
– 150g di mandorle sgusciate
– 130ml di olio di semi (preferibilmente di arachidi)
– 170g di zucchero di canna grezzo
– 80g di cacao amaro in polvere
– 120g di cioccolato fondente
– 550g di yogurt di soia bianco
– 1 scorza di limone grattugiata
– 1 cucchiaino da caffè di bicarbonato
– 1 pizzico di sale

Tutti ingredienti che possiamo, tranquillamente, rintracciare anche in Italia.

Iniziamo col tritare circa 90gr di mandorle già sgusciate fino ad ottenere una polvere simile alla farina, mentre i restanti 60gr vanno sminuzzati con un coltello in maniera piuttosto grossolana, per rendere i brownies più gustosi e croccanti, e lo stesso discorso vale per il cioccolato fondente.

In una ciotola a parte, versiamo tutti gli ingredienti solidi, la farina di riso, le mandorle in polvere, lo zucchero di canna, il cacao amaro in polvere, il cucchiaino di bicarbonato ed il sale. Mentre gli ingredienti liquidi vanno versati in un mixer. Lo yogurt, che dev’essere al naturale per non compromettere il sapore dei brownies, va unito all’olio di semi ed alla scorza di un limone rigorosamente bio, che insaporisce il composto. Dopo aver riunito tutti gli ingredienti liquidi li mescoliamo assieme a quelli solidi, e aggiungiamo alla fine anche le mandorle tritate e le scaglie di cioccolato. Il composto sarà ora pronto per la cottura!

Versiamo il composto in una teglia da forno rivestita dall’apposita carta.

Cuociamo il dessert per circa 30 minuti ad una cottura di 180 gradi. Quando è ben cotto, lo possiamo sfornare e lasciarlo raffreddare per qualche minuto.

images

Per ottenere degli invitanti brownies, dobbiamo tagliare il dolce con un coltello in tanti piccoli dolcetti della grandezza desiderata.

Si possono, eventualmente, servire con una spolverata di granelli di zucchero di canna, di cannella, di zucchero a velo, di cacao in polvere, di sciroppo d’acero o di mandorle tritate.

Una volta preparati, scoprirete come i brownies vegani non hanno nulla da invidiare a quelli classici americani.

Provare per credere…e come sempre fateci sapere! Buona colazione…