Da bambina non vedevo l’ora che arrivasse il giorno di Natale, non tanto per ricevere regali o per vedere il famoso Babbo Natale, ma per la cena con i parenti. Rivedersi dopo mesi, perchè magari non tutti vivono nella tua stessa città, stare tutti assieme intorno al cammino, scambiarsi i regali e gustare tutti quei pasti tipici di questa festività, agli occhi di una bambina, passare queste giornate in compagnia dei cugini, degli zii e dei nonni era motivo di gioia e divertimento. Per lo stesso motivo ora da adulta odio il Natale (ahahahahha).

Ma ci sono ricordi che non possono scemare, come il sapore unico e inimitabile degli struffoli. Il miglior dessert natalizio di sempre, (ovviamente napoletano) un dessert che c’invidia tutto il mondo e che all’estero non sono ancora in grado di fare, e se mi permettete neanche nel nord Italia.

Si tratta di un dessert, che purtroppo, non può essere light, nonostante i miei numerosi tentativi, non mi è stato possibile renderlo tale, poichè cambiarne il procedimento o gli ingredienti non li renderebbe più struffoli, non sarebbero più il dolce tanto amato dalla me stessa bambina e da tutti gli altri cittadini del mondo. Quindi almeno per un giorno, il giorno in cui si mangiano gli struffoli la dieta è abolita!

 

Per chi non è ancora in grado di fare di struffoli da se e ogni anno li acquista sempre in pasticceria, ecco la classica e tradizionale ricetta napoletana.

INGREDIENTI:

  • – 250 gr di farina
  • – 7 tuorli
  • – 1 uovo intero
  • – 80 gr di burro
  • – 1 bustina di vanillina
  • – 1 bustina di lievito per dolci
  • – 1 cucchiaino di zucchero
  • – 1 cucchiaino di sambuca

Una volta pronto l’impasto devo essere tagliati come palline

10676204_513281945481657_1457179929434871230_n

e poi fritti, magari in questo caso è meglio utilizzare un olio vegetale che non contenga molti grassi come l’olio extra vergine di oliva, o l’olio di soia, o l’olio di riso.

10882312_513281975481654_4935635512433843901_n

Una volta fritti tutti gli struffoli, in un’altra pentola aggiungiamo il miele e gli struffoli, a fuoco lento.

Possiamo decorarli come meglio preferiamo, ad esempio con confettini colorati, cioccolata, canditi, frutta secca, zucchero a velo, cannella.

Ora sono pronti per essere gustati in famiglia, possono essere anche un’ottimo regalo natalizio per i parenti ed amici.

Fateci sapere se li avete fatti e soprattutto come sono venuti.