Di certo tutti sanno chi è, una delle food blogger più famose del momento anche se il tutto ha avuto origine “ in famiglia”. Il suo motto è: “Di una risata, due mani sporche di farina e un calice di buon vino, ne ho fatto uno stile di vita”. Direi proprio sì, cresciuta in Campania, 28 enne, laureata in giurisprudenza con un bel curriculum in merito, gusti decisi, sommelier e  passione per la cucina. Ha seguito proprio questa, la sua passione, insieme alla sorella Angela Maci con la quale ha ideato questo blog nel 2009 (http://www.sorelleinpentola.com). Blog nato come “non progetto”, dice lei, per rimanere in contatto con la sorella tramite questa passione che ha preso poi una vita vera. Con una base meridionale e emiliana – romagnola hanno fuso tradizione e innovazione creando ricette semplici e gustose. La prima ricetta pubblicata era di piccole frolle glassate che ebbe solo 40 visitatori ma con il tempo aumentarono e sempre di più dopo la presenza di Chiara in tv. Inizialmente il programma “Cuochi e fiamme”, dove lei è giudice insieme a Riccardo Rossi (attore) e Fiammetta Fadda (giornalista enogastronomica), era condotto da Alessandro Borghese sempre su La7d, poi il timone è passato a Simone Rugiati e da qui la sua fama è aumentata proprio per la genuinità che trasmette e nei commenti, sì critici ma anche oggettivi.

I suoi cuochi preferiti sono Antonino Canavacciuolo e  Gennaro Esposito (non a caso campani) ma in generale quelli umili, come ha dichiarato in un’intervista, e che rispettano il territorio senza esasperare la creatività. Anche lei però, non si è dimostrata da meno nella puntata speciale di Cuochi e fiamme in cui ha gareggiato con Riccardo Rossi con il quale conduce anche un programma su un canale satellitare.

Oltre alle  ricette che propone nel programma, nel suo blog fornisce anche tanti consigli per l’economia domestica. I consigli base sono:  fare una spesa intelligente, avere una dispensa ordinata e organizzare al meglio la cucina. Per la spesa suggerisce di risparmiare tempo e denaro favorendo l’organizzazione anche grazie ad una semplice lista della spesa sulla quale annotare gli acquisti da fare, magari dividendoli in categorie (verdure, pesce, carne, insaccati, prodotti in scatola, etc) evitando così di comprare prodotti inutili. Altre idee utili e anche simpatiche sono di fare la spesa a stomaco pieno per alleviare l’attrazione dovuta alla gola, comprare prodotti locali che garantiscono freschezza e genuinità e soprattutto prodotti di stagione, leggere sempre bene l’etichetta dei prodotti per accettarsi della provenienza ed infine girare più ipermercati per trovare i prodotti migliori come carne e pesce che necessitano di maggiore freschezza.

Una volta arrivati a casa, Chiara suggerisce anche una buona organizzazione della dispensa cercando di averla sempre piena di ingredienti base con cui poter anche organizzare un pasto al volo ma sempre di grande qualità. I prodotti che lei suggerisce sono: farina, uova, burro, zucchero, cacao in polvere, olio (di oliva e di semi per friggere), sale fino e grosso, aceto di vino, caffè, miele, maionese(magari fresca), marmellate, pane, latte, varie spezie, pasta, riso e barattoli di conserve, legumi, sott’aceti e sott’oli.

Tutti questi consigli sono sempre abbinati ad un’organizzazione e un ordine personale sia nella cucina che nei metodi di cucinare che permettono in generale di risparmiare tempo.

A condire il tutto e rendere ancora più concreta la passione coltivata insieme alla sorella c’è un libro, “In due c’è più gusto” edito da Pendragon che propone 120 ricette (60 di Chiara e 60 di Angela) fantasiose e facili da preparare.