Due passioni, due nazioni unite, due anni al Gambero Rosso e qualche cavoletto di Bruxelles per condire. Eh sì, Sigrid è la food blogger più seguita d’Italia! Nativa del Belgio, fiamminga e francofona, romana d’adozione da quasi 10 anni, la 34enne Sigrid non si + fatta mancare nulla nella sua vita! Una laurea in lettere, master in comunicazione enogastronomica (beata lei!),una laurea in filosofia e una grande passione per la fotografia e per la cucina coltivata proprio dopo l’arrivo nella capitale. Il nome del blog? “Cavoletto di Bruxelles” (http://www.cavolettodibruxelles.it) proprio per omaggiare le sue origini. Mamma da 2 anni circa, si dedica alle sue passioni coltivando questo blog, diventato il suo lavoro grazie anche a molte esperienze precedenti da fotografa come quelle al Gambero Rosso, Findus, Kitchen Aid, Braun, BBC Olive e Food & Wine e in alcuni uffici giornalistici. La fotografia in realtà non è proprio una passione coltivata spontaneamente ma c’è lo “zampino” del padre già fotografo per un piccolo periodo, grazie al quale ha il ricordo di aver sempre osservato attentamente le immagini e la realtà al punto di considerare la fotografia uno strumento simile alla scrittura. Quest’ultima infatti, è anche un tema base del suo blog nel quale appunto scrive le ricette raccontandole come se fosse un vero e proprio quaderno personale ma più ordinato. Non subito ha avuto molta fama ma i risultati da più di 5 anni sono oramai quotidiani riscontrando infatti almeno 10.000 visitatori al giorno. Come lo definisce lei, questa piattaforma di sperimentazione, diventata anche un input per l’editoria, le ha permesso di crescere insieme ai suoi interlocutori e di fornire anche delle ricette non per forza italiane nonostante in grande rispetto che nutrisce per la nostra nazione. Il suo ingrediente preferito, come dice nel sito www.lanciatrendvision.com, è la sfoglia brick di origine magrebina con un aspetto “scrocchiarello” al palato e stupendo in fotografia.

I frutti di tutto questo lavoro sono i suoi ben 4 libri. A partire dall’ultimo, edito Rizzoli e titolato “Diario Italiano” in cui sono raccolti appunti, viaggi, emozioni e ovviamente ricette, passiamo agli altri tre che sono: “Regali golosi” edito dal Giunti nel 2010 che raccoglie sia ricette salate che dolci, “Il libro del cavolo” edito nel 2009 da Cibele  in cui sono raccolte le perle del blog e infine, ma non meno importante, un libro edito da Gambero Rosso nel 2009 in cui vi è una raccolta di finger food sempre più di moda.

Insomma che dire? Brava, professionale, esperta e soprattutto bella!