Per la rubrica “Gli Intramontabili“, oggi vi proponiamo  Philadelphia.

Prodotto di punta dell’azienda alimentare statunitense Kraft Foods, la Philadelphia è diventata negli anni il formaggio spalmabile più famoso e venduto al mondo. La sua commercializzazione in Italia ha avuto inizio nel 1971, riscuotendo da subito un enorme successo.

La scelta del nome è un chiaro omaggio alla città di Philadelphia, che pare sia, secondo la Kraft, una delle maggiori produttrici di cibi di alta qualità. Nel tempo, così come accade per la maggior parte dei brand considerati evergreen, il termine “Philadelphia” è stato utilizzato per indicare in modo generico qualsiasi tipo di formaggio spalmabile.

Agli anni ’80 risalgono le prime campagne pubblicitarie: il formaggio fresco, cremoso, leggero e dal sapore delicato entra nelle case degli italiani. I primi spot vedono come protagonista l’attrice amercana Kelly Ho nei panni di Kaori, la ragazza giapponese ospite di una famiglia italiana che diventa volto simbolo di Philadelphia.

Le avventure di Kaori hanno accompagnato l’escalation della Philadelphia, che attraverso la comunicazione pubblicitaria è riuscita con simpatia e leggerezza a fidelizzare i clienti sulle qualità del prodotto a tutti ormai note.

Come non ricordare le divertenti gag del buffo nonnetto (impersonato dal famigerato attore teatrale Gianrico Tedeschi), che con la complicità del nipotino sottrae Philadelphia ad amici e parenti propinando loro imitazioni non degne.

<

Per incrementare il successo di questo formaggio unico e inimitabile, sono state create numerose varianti che non hanno per nulla deluso gli estimatori della Philadelphia. Fantasie al salmone, alle olive, alle erbette, al tonno, rendono più gustosi e sfiziosi i nostri spuntini, aumentando, però, la “difficoltà” della scelta.

Ma non è tutto! La Kraft, per soddisfare i palati e le esigenze di tutti i fedelissimi, ha allargato la “famaglia” promuovendo nuovi prodotti cha hanno alla base tutte le caratteristiche che hanno reso famosa la Philadelphia. Nasce così la versione Light per coloro che, nonostante la dieta, non vogliono rinunciare al gusto fresco e leggero di Philadelphia e la versione Balance per gli amanti dello yogurt. L’ultima invenzione , invece, è rivolta ai più golosi: crema spalmabile al formaggio e cioccolato Milka per un peccato di gola all’insegna della leggerezza.

Ma la vera magia di Philadelphia sta nella sua versatilità. Con un pizzico di fantasia (o semplicemente spulciando la sezione “Ricette” del sito ufficiale di Philadelphia), è possibile creare innumerevoli e  squisite ricette. Insalate ricche, frittate, vellutate, cheese cake, omelette,  e molto altro ancora.

La sua duttilità e la sua adattabilità hanno incentivato ulteriomente l’acquisto di Philadelphia, ormai immancabile nel frigo delle nostre case.